Greymoor

Greymoor è una piccola cittadina degli Stati Uniti settentrionali, dimenticata dal mondo, i cui abitanti vivono un'esistenza pacifica e tranquilla, con pochi contatti col mondo esterno. Non c'è molto spazio per chi ha ambizioni qui, e da questo consegue che molti giovani lascino il paese non appena possibile. La cittadina è alimentata da una centrale termoelettrica, che permette a Greymoor di autosostenersi per quasi tutto l'anno. La stessa centrale viene rifornita dalla cava di carbone del paese, immersa nei boschi che circondano la zona.

Da una ventina d'anni ormai la cava è stata acquistata dalla Shelby Extractions Inc, che ha iniziato ad espandere la piccola miniera a cielo aperto, assumendo numerosi dipendenti anche da fuori città, e costruendo dei nuovi alloggi per ospitarli. Il nuovo quartiere, da tutti chiamato "I Denti" per via dell'uniforme colore bianco delle case, e della loro somiglianza l'una all'altra, non è ancora perfettamente integrato nella cittadina; si trova ad una certa distanza dal resto delle case, in una posizione più vicina alla cava e alla centrale, e gli abitanti del paese vero e proprio soltanto di rado vi si recano. Al contrario, chi abita nei Denti è costretto dalla necessità a recarsi spesso in paese, poiché è qui che si trovano la maggior parte dei negozi e dei servizi.

La centrale resta di proprietà della Greymoor Coals, che possedeva la cava prima degli anni '80. Un accordo fra la Greymoor Coals e la Shelby Extractions Inc. fa sì che la centrale abbia un prezzo di favore sull'acquisto del carbone.

Gli abitanti di Greymoor lavorano in buona parte nella cava o nella centrale; in particolare la maggioranza degli abitanti dei Denti sono impiegati nell'estrazione del carbone. I contatti col mondo esterno sono ridotti al minimo; capita che alcuni dei giovani partiti per cercare fortuna altrove tornino a far visita ai loro parenti, ma capita di rado, più di frequente durante i periodi di vacanza, e in ogni caso i visitatori non si trattengono a lungo. Anche per questo nella cittadina non ci sono alberghi, ad eccezione della piccola pensione "Da Falstead", gestita da un elegante, brizzolato gentleman di mezz'età. I pochi visitatori che non hanno parenti o amici da cui stare a Greymoor si recano qui per passare la notte.

Greymoor è dunque una cittadina tranquilla… ma lo sarebbe assai di più senza le misteriose sparizioni che sono iniziate ad avvenire da una ventina d'anni circa nei pressi della cava e della centrale. Si mormora che queste persone siano morte, che una strana bestia sia stata avvistata nelle vicinanze, ma si tratta probabilmente di semplici leggende. Si crede che queste persone si siano incautamente avventurate nei boschi, per poi cadere nei pericolosi crepacci che si aprono lungo i fianchi delle colline.

Ma come questo possa spiegare lo strano verso, simile forse ad un terribile urlo, che si ode certe notti nessuno lo sa dire. Così come nessuno sa dire perché a volte le auto degli scomparsi siano state ritrovate in mezzo alla strada, incidentate, con degli strani segni sulla carrozzeria e a volte con la portiera divelta, ma senza alcuna traccia degli occupanti… ad eccezione delle onnipresenti macchie di sangue.

Che qualcosa si nasconda nella pacifica Greymoor?

Greymoor

L'ultima tenebra SunShadow